+41 91 825 11 92 info@edentswiss.ch
Seleziona una pagina

Chirurgia orale

Implantologia

Conservativa ed Estetica

Ortodonzia

Tecnologia

Igiene e Sbiancamento

Medicina dentaria pediatrica

EdentSwiss

091 825 11 92

Viale Stazione, 32 – 6500 Bellinzona

info@edentswiss.ch

}

da Lun. a Ven.  7.30 – 19.00
Sabato  8:00 – 14:30

Studio dentistico
Dr.ssa Cortez

091 825 18 21

Viale Stazione, 8A – 6500 Bellinzona 

info@edentswiss.ch

}

da Lun.  a Ven. 7.30 – 19.00
Sabato   8.00 – 14.30

PROTESI MOBILE (TOTALE O PARZIALE)

Nel caso di pazienti totalmente edentuli che non possono optare per una soluzione protesica fissa che richiederebbe l’inserimento di almeno 6 – 8 impianti; viene proposta una soluzione protesica rimovibile completa.

1) PROTESI TOTALE

Questo tipo di protesi non è di facile realizzazione e richiede una grande esperienza sia da parte del medico dentista che da parte del tecnico dentale fabbricante della protesi.

Nel nostro studio possiamo realizzare le protesi complete con vari materiali. Per le basi rosa: in resina dura o nylon (più flessibile). Per i denti: in resina a 4 strati (quindi molto duri e resistenti) o in ceramica dall’ottimo effetto estetico e quindi utilizzati soprattutto per il gruppo dei frontali.

In presenza di un osso con adeguate caratteristiche e quando le condizioni cliniche sono favorevoli; viene proposta la possibilità di inserire 2 – 4 impianti per arcata che garantiscono un ottimo ancoraggio della protesi totale. Anche quando sono presenti dei denti e delle radici ancora validi possono essere utilizzati come punto di ancoraggio per una maggiore stabilità della protesi. 

Le fasi di esecuzione sono le seguenti:

1) Presa della prima impronta: con materiale a bassa viscosità che serve per realizzare un portaimpronta individuale specifico per la bocca del paziente

2) Produzione del portaimpronta individuale: la prima impronta viene inviata in laboratorio per la costruzione di un portaimpronta individuale in resina e per la creazione delle cere di masticazione

3) Presa della seconda impronta: il portaimpronta individuale e le cere di masticazione vengono reinviate in studio e qui si effettua la presa della seconda impronta con il materiale ad alta viscosità e quindi ad alta precisione che viene posto proprio sul portaimpronta individuale costruito in laboratorio per ogni singolo paziente. Nella stessa seduta, attraverso le cere di masticazione, si effettua la registrazione della dimensione verticale e del rapporto tra le due arcate. Sempre in questa fase si rileva il colore e anche i parametri per la forma dei denti definitivi che deve tenere conto: della forma del viso, della conformazione delle labbra e di alcuni parametri anatomici tipici delle arcate edentule.

4) Preparazione della protesi in prova: in laboratorio ritornano la seconda impronta di precisione, le cere di masticazione, e tutti gli altri parametri rilevati dal medico dentista. A questo punto l’odontotecnico produce la protesi totale con tutti i denti definitivi ma con la base in cera quindi ancora modificabile.

5) Prova della protesi in cera: in studio viene provata la protesi totale in cera e il medico dentista effettua tutte le modifiche e le correzioni del caso, se necessario. Rimanda la protesi in laboratorio dove si effettua la lavorazione finale per la produzione della protesi definitiva nonché la lucidatura e la brillantatura della stessa

7) Consegna: nella fase di consegna il medico dentista effettua tutte le prove fisiologiche necessarie quali prove di tenuta, prove di masticazione, prove di fonazione e da al paziente tutti i suggerimenti relativi all’igiene e alla manutenzione della sua nuova protesi cosi da garantire una lunga durata negli anni.

 

Nel caso di protesi ancorate su impianti o su denti\radici naturali, parliamo di protesi ibrida.

E’una protesi certamente meglio ancorata e quindi più ferma rispetto a una protesi totale semplice; con una protesi ancorata, la masticazione e la fonazione sono certamente migliori e soprattutto non ci sono problemi dovuti al movimento delle protesi stesse.

Il sistema di ancoraggio può essere rappresentato da cappette con bottoni o da una barra con la sua contro barra di ancoraggio.Entrambi i sistemi sono utilizzabili sia per gli impianti che per i denti naturali, sono assolutamente validi e sicuri, il loro utilizzo dipende da una serie di condizioni cliniche valutate di volta in volta dal medico dentista.

 

2) PROTESI PARZIALE E RIMOVIBILE

Quando sono presenti ancora diversi denti residui e per vari motivi non si può realizzare una protesi fissa si ricorre a una protesi parziale rimovibile che non è cementata, ma è ancorata ai denti del paziente attraverso dei ganci, questo tipo di dispositivo protesico può essere realizzato:

  • in resina con ganci a filo
  • in resina con supporto metallico (protesi scheletrata)
  • in nylon

E’ una soluzione protesica molto pratica ed economicamente conveniente ma presenta dei limiti estetici per la presenza dei ganci.

Le fasi di lavorazione sono simili a quelle della protesi totale. Se cerchi un dentista Bellinzona per risolvere un problema legato alla tua protesi mobile, puoi certamente contattarci per un parere senza impegno.

IGIENE PER PORTATORI DI PROTESI MOBILE

Nel nostro studio dentistico di Bellinzona, una volta consegnati i dispositivi protesici mobili parziali o totali, seguiamo il paziente con controlli periodici e lo mettiamo in condizioni di ottimizzare la cura, la conservazione ed il mantenimento nel tempo del proprio dispositivo odontoiatrico.

Per i portatori di protesi mobili è consigliato uno spazzolamento giornaliero, con spazzolini morbidi, delle gengive e delle mucose che supportano la protesi. Nel caso si dovessero formare piccole ferite o lesioni da decubito, è importante recarsi immediatamente dal proprio dentista.
Le protesi mobili devono essere igienizzate giornalmente con spazzolini e sapone neutro per rimuovere tutti i residui. Vanno poi risciaquate sotto acqua corrente prima di reinserirle nel cavo orale.
E’ possibile utilizzare appositi prodotti di pulizia presenti in commercio secondo quanto prescritto dalle case produttrici.
Immergere la protesi in acqua non è sempre consigliabile si consideri che il materiale di cui sono composte ha un minimo livello di assorbimento di acqua.